La situazione di Nicolò in Italia era normalissima: sposato con Laura, un bel lavoro a pochi passi da casa, un ottimo stipendio e la prospettiva di una vita felice e tranquilla, ma anche un grande desiderio di vivere un giorno, un'esperienza all'estero. Cosi un giorno decide di dare vita a questo suo sogno, andando a vivere in Australia...

Vi é mai capitato di vivere una situazione apparentemente “perfetta”, ma di sentire comunque il bisogno di cambiarla?

Parlo di una situazione in cui vi è un enorme contrasto tra il mondo esterno e quello interno.

Esternamente, tutto scorre in maniera naturale, si vive bene in famiglia, si ha un lavoro che ci soddisfa e la sfera di amicizie è pressoché perfetta, ma nonostante ciò, internamente vivi una situazione di insoddisfazione, o meglio, vivi il desiderio di qualcosa di diverso.

Non so bene da che cosa possa essere dato questo incredibile contrasto, ma nell’era che stiamo vivendo, è una cosa abbastanza comune tra i ragazzi della mia età.

Non so se è una mancanza di sfide, una mancanza di esperienze, oppure l’accesso ad una quantità infinita di opportunità, fatto sta, che tante persone desiderano una vita diversa, al di fuori di quello che è il loro nido.

Da osservatore e da testimone di questa continua voglia di cambiamento, posso dire che cambiare vita, non è per niente una cosa facile, a volte sembra addirittura impossibile, ma tutti quelli che lo hanno fatto, sono partiti da una semplice cosa: hanno ascoltato se stessi.

Può sembrare una cosa banale, lo so, ma in realtà è tutto li.

Il vero momento di coraggio, il momento Why Not, non è tanto quando si consegna una lettera di dimissioni o quando si prenota un biglietto di sola andata, ma quando si decide di dare veramente ascolto alle proprie sensazioni e ai propri desideri.

Il cambiamento avviene proprio in quel momento. 

Tutto quello che viene dopo, è solo una conseguenza della “riunione” che si é fatti con se stessi, quel momento in cui si è deciso, di passare all’azione.

Quando si decide di passare all’azione, si inizia a vedere tutto ciò che appartiene alla propria vita, come una serie di step da percorrere per arrivare a mettere in moto quella serie di azioni, che ti porteranno a quella vita tanto desiderata.

  • voglio andare in Australia: inizio a documentarmi sulle varie città e sulle opportunità di lavoro, mi informo sui vari visti…
  • devo lasciare il lavoro: inizio a pensare quanto tempo mi ci voglia per le dimissioni, quanto potrà essere la liquidazione…

In questo modo, si cerca di portare nella vita reale, quello che fino a quel momento é soltanto nella propria testa.

La maggior parte di quelli che hanno cambiato la propria vita, hanno iniziato semplicemente da questo, ma prima, si sono ascoltati.

Ci tengo a precisare che niente è facile, soprattutto quando si decide di cambiare vita.

Alle volte la cosa più difficile, non è rassegnare le dimissioni, ma vivere il momento precedente, quello dell’ascolto e della decisione di andare fino in fondo.

Gli step che si vivranno poi, saranno ad alto contenuto emotivo, ma verranno vissuti per il proprio bene.

Capiterà anche di versare tante lacrime, perché la nostra parte razionale tenterà di trattenerci, ma a quel punto ormai sarai troppo lanciato per fermarti.

“per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento”

Forse la spiegazione di un desiderio di una vita diversa è tutte in queste parole di Christopher McCandless… o forse no.

Quel che so, è la fuori il mondo è pieno di persone che desiderano una vita diversa, qualcuno di loro la desidera e basta, altri invece decidono di passare all’azione, anche quando la loro vita è esternamente perfetta.

Come ad esempio Niccolò, protagonista di questa storia, passato da una vita in cui aveva un lavoro sicuro a poca distanza da casa, una famiglia che lo amava e che lo ama tutt’ora, tanti amici con cui passava il tempo libero ed una moglie, Laura, appena sposata, con la quale ha deciso di mollare tutto e partire per l’Australia.

Com’é andata? Scoprilo nella sua intervista!

Seconda Parte

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement