Massimo Maccarone, calciatore professionista, dopo tanti anni passati a giocare tra i campi della Serie A italiana e della Premier League inglese, ha deciso di venire in Australia per giocare nelle file dei Brisbane Roar.

Ti é mai capitato di pensare ad una cosa e di trovartela da li a poco sotto il naso?

Oppure di pensare ad una persona che non vedi da tanto e incontrarla qualche giorno o ora dopo in maniera fortuita?

Oppure ancora, di voler conoscere una persona e da li a poco, trovare il modo per riuscirci?

A me tutto questo é successo ben più di una volta!

Non so se chiamarle coincidenze, fato o correnti universali, come dice un mio caro amico, quel che so, é che sono cose che a volte accadono, come ad esempio l’intervista a Maccarone.

Ah, per chi non fosse appassionato di calcio, Massimo Maccarone è un calciatore professionista che ha militato in parecchie squadre di Serie A, ha giocato nella Premier League inglese, é stato uno dei pochi ad esordire nella Nazionale italiana prima di giocare in Serie A e l’anno scorso, ha giocato in Australia nelle file del Brisbane Roar.

Com’é nata la sua intervista? Ecco il racconto…

Tutto nasce da un’intervista apparsa sulla Gazzetta dello Sport di qualche tempo fa, in cui Maccarone, veniva intervistato a proposito della sua esperienza australiana.

Me la girò mio padre dicendomi: “Oh vai a Brisbane ad intervistarlo”;

ed io: “Certo Pa”, ovviamente con fare ironico…

Di tutto quello che lessi in quest’intervista, mi colpí soprattutto il fatto che Maccarone ringraziasse la comunità italiana di Brisbane per l’accoglienza ricevuta, ed in particolare Mariangela Stagnitti.

Chi é questa Mariangela? Pensai subito, iniziando a cercare tra Facebook, Google e LinkedIn, senza però fare nulla per arrivare a lei.

Qualche settimana dopo la sorpresa:

“Ciao Paolo, ho visto le tue video interviste e mi piacciono tanto… “

Chi scriveva era proprio Mariangela… incredibile!

Da li a poco ci sentimmo telefonicamente e le comunicai il desiderio di fare un’intervista con Maccarone, anche per conoscerlo di persona, data la mia grande passione per il calcio.

Lei, con una disponibilità infinita, si attivò subito.

Un mese e mezzo dopo, approfittando di qualche giorno libero dal lavoro, ero sull’aereo che da Sydney mi avrebbe portato a Brisbane, per quattro giorni in cui avrei alternato interviste e turismo…il mio sogno.

In quei giorni intervistai Mariangela, Luca, Simone e Massimo Maccarone, con cui parlai della sua carriera calcistica, dei suoi momenti Why Not ultimo dei quali, la decisione di venire a giocare in Australia.

Fu un esperienza incredibile!

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement