Quanti di voi hanno sognato almeno una volta di mollare tutto e di fare il giro del mondo?

Credo di non sbagliarmi se dico che ogni persona di questa terra, almeno una volta nella sua vita, lo abbia immaginato.

D’altronde, sognare, non costa nulla!

E se vi dicessi che qualcuno, dopo averlo sognato, lo ha proprio fatto?

E lo so, ho avuto anche io la stessa faccia sorpresa che state avendo voi in questo momento e anche io, la prima volta che ho scoperto la storia di Claudio, mi son detto: “Questo è proprio un grande! Folle, ma grande!”

Girare il mondo, in 1000 giorni, senza prendere aerei, raccontando tutta la sua esperienza sul suo blog TripTherapy.

Era la prima volta che ascoltavo una storia simile!

Immaginate la mia curiosità e la voglia di ascoltare la storia di questo ragazzo, Claudio Pelizzeni, che a 32 anni aveva deciso di mollare un lavoro in banca, per girare il mondo.

Idolo subito!

Ricordo che il periodo era quello in cui si stava svolgendo la prima stagione di Why Not e avevo appena iniziato ad ascoltare le storie degli italiani che avevano cambiato vita.

Curiosando in rete trovai la sua storia, su questo articolo pubblicato su Ornitorinko, il mondo degli animali strani, ovvero quelle persone che decidono di ribellarsi alla normalità per trovare la propria strada nel mondo.

Dopo aver letto il suo articolo, gli scrissi e da li iniziò il tutto.

Durante il suo viaggio, ho avuto il piacere di averlo come ospite più volte.

La prima volta era appena arrivato in Australia. Ricordo che fece tutta la puntata, alle 6 del mattino, collegato da un McDonald’s…mi maledice ancora per quella volta…

Dopo quella volta Why Not é diventato come una sorta di diario di bordo per lui, dato che nei mesi successivi ci siamo sentiti altre volte. Una volta dal Nicaragua, una volta dal Perù, un’altra ancora dal Paraguay, fino appunto ad arrivare alla puntata del 25 Febbraio 2017, quando, a pochi giorni dalla fine del suo viaggio, è venuto a trovarci in radio.

Questa puntata é stata la più bella di tutte, anche perché, dopo esserci conosciuti via Skype, finalmente ci si vedeva di persona.

La puntata é stata un’ottima occasione per parlare anche del suo libro, scritto appunto nei giorni in cui girava il mondo senza prendere aerei.

Il libro si chiama “L’orizzonte ogni giorno un pò più in la” ed é uno splendido racconto del suo giro del mondo e del suo grande cambiamento: da impiegato di banca a giramondo.

Da leggere! Soprattutto se siete alla ricerca d’ispirazione!

“Si, ma Paolo, perché vi sto proponendo quest’intervista vecchia di due anni?”

Lo so che qualcuno, giustamente, se lo starà chiedendo.

La risposta é molto semplice: “proporvi nuovi contenuti che possano darvi l’ispirazione che state cercando”

Negli anni gli amici di Why Not sono decisamente aumentati, e molti di loro, non sanno che qualche anno fa, lo show avveniva dagli studi radiofonici di Okradio, una web-radio di Legnano, un paese in provincia di Milano.

Okradio é stata la casa di Why Not per ben tre anni e ogni sabato, si sono alternate le storie di cambiamento di tanti italiani sparsi per il mondo.

Quelle storie mi hanno aiutato ad essere la persona che sono.

Mi hanno aiutato a trovare il coraggio e la determinazione per seguire la mia strada.

Ora, dato che in rete non vi é traccia di quelle storie, voglio dare a voi, lo stesso privilegio di poterle ascoltare.

Spero di fare cosa gradita!

Per il momento, godetevi la storia di Claudio!

Infine, credi che Claudio, da quel 25 Febbraio del 2017 si sia fermato?

Assolutamente no!

Qui potete trovare tutti i suoi contatti: il suo Canale YouTube, la sua pagina Facebook e il suo account Instagram, oltre ovviamente al suo TripTherapy.net.

Ah…quasi mi dimenticavo: negli ultimi mesi Claudio ha percorso il Cammino di Santiago completamente in silenzio… Ovviamente da questa esperienza è nato un nuovo libro: “Il silenzio dei miei passi”.

Qui puoi trovare la versione audio della storia di Claudio.

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement